salta al contenuto

Ricorso per interdizione

COS'E'

È il deposito di un ricorso, secondo l’art. 416 c.c. che prevede la possibilità di promuovere il giudizio di interdizione nei confronti di soggetti “infermi di mente” minorenni. Il ricorso può essere presentato sei mesi prima del compimento della maggiore età. L'istanza può essere presentata anche al Pubblico Ministero, perché richieda al Tribunale per i minorenni l'apertura di un procedimento di interdizione del minorenne.

CHI

Gli esercenti la responsabilità genitoriale a mezzo di procuratore costituito o il Pubblico Ministero.

COME/DOCUMENTAZIONE

Deposito di:

  • ricorso;
  • documenti giustificativi, presso la Procura o il Tribunale per i Minorenni.

DOVE

Ufficio: Cancelleria Civile

Responsabile: - Antonia BROCCIO - Cancelliere esperto

Addetti:

  • Dott. Renato MIANO - Cancelliere esperto
  • Ivan CHILLE’ - Cancelliere esperto
  • Benedetta RANIA - Operatore giudiziario
  • Maria DI STEFANO - Ausiliario

Ubicazione: Piano Terra

Mail: civile.tribmin.messina@giustizia.it
PEC: civile.tribmin.messina@giustiziacert.it

COSTI

  • Se depositato presso la Procura: non sono previste spese;
  • Se depositato presso il Tribunale per i Minorenni: marca da bollo di € 27,00.

TEMPI

Il tempo per la definizione del procedimento non è definibile a priori in quanto dipende dalla complessità dell’istruttoria.